Assunzioni all'Aes, montano le polemiche

Pubblicato il da Roberta Salzano

Rimodulazione del personale, l'Angri Eco Servizi ha indetto tre avvisi pubblici per la formazione di graduatorie a scorrimento. L'obiettivo dell'azienda è assumere unità a tempo determinato, pieno o part-time, nei prossimi tre anni: sette addetti alla sosta, nove alla raccolta e uno alla manutenzione. Il termine per la presentazione delle domande - previo il versamento di una tassa di 10 euro - scade il 20 febbraio, nel caso dovessero pervenire più di 70 istanze per il primo profilo, 100 per il secondo e 30 per l'ultimo si procederà alle prove preselettive il 30 marzo.

Futuro incerto per i sette operatori interinali, assunti attraverso l'agenzia interinale Tempor, addetti da dieci anni alla gestione della sosta a pagamento in città, il cui contratto è stato rinnovato per tre mesi fino a marzo. Una scelta, che per il CdA consentirà di ridurre i costi del personale di circa 200mila euro annui. Sullo sfondo la sospensione e l'annullamento del concorso, indetto a ottobre del 2012, per l'assunzione di dieci operatori ecologici, e le diffide pervenute da Regione, Provincia e Consorzio di bacino S1. Complessivamente erano 4mila le domande giunte alla sede dell'Aes in via Stabia, per le quali ciascun candidato aveva sostenuto un costo di 10 euro, rimborsato dall'azienda. «Mauri illude i cittadini disoccupati in cerca di un impiego; la legge regionale 5/2014 vieta di procedere a nuove assunzioni, per lo svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti il Comune è obbligato ad attingere alle graduatorie del personale del consorzio di bacino», ha attaccato Fratelli d'Italia.

Fonte: Il Mattino di Salerno del 23 gennaio 2015

Assunzioni all'Aes, montano le polemiche

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post