Greta e Vanessa tornano a casa: ''Grazie e scusateci''

Pubblicato il

La giornata si chiude con il ritorno di Greta Ramelli a casa. A Gavirate, in provincia di Varese, insieme ai genitori Antonella e Alessandro e al fratello Matteo. E con l'arrivo, salutato con un benvenuto appeso sulla porta, finisce il suo incubo e quello di Vanessa Marzullo, l'altra cooperante rapita insieme a lei il 31 luglio scorso nel nord della Siria, entrambe liberate dopo 5 mesi e mezzo di prigionia. ''Chiedo scusa a tutti, non volevo provocare dolore'', ha detto ai giornalisti Greta, parlando brevemente fuori dalla sua casa. In buone condizioni di salute ha detto di essere ''felice'' di essere a casa. ''Per ora non voglio tornare in Siria perché la situazione laggiù è insostenibile - ha aggiunto - Bisogna continuare comunque ad aiutarli. Ringrazio la Farnesina''.

Poco prima era giunta a casa Vanessa a Verdello (Bergamo), a bordo di un'auto. Una volta scesa, è entrata in casa protetta dai familiari, senza rilasciare dichiarazioni. Vanessa si è poi affacciata alla porta per salutare i giornalisti presenti. La ragazza, visibilmente stanca, ha fatto un gesto di saluto e si è limitata a dire "Sono felice di essere qui. Grazie". Nessuna della due ragazze ha voluto parlare dell'ipotizzato pagamento di un riscatto. "Penso che su questo abbia già chiarito tutto Gentiloni. A noi non interessa", ha detto il fratello Matteo che era con Greta. Da un'informativa del Ros, con conversazioni intercettate prima della partenza di Greta e Vanessa, emergerebbero i contatti tra le due cooperanti e una 'rete' di siriani che abitano in provincia di Bologna. Persone alle quali le ragazze si rivolsero prima del loro viaggio e che hanno attirato l'attenzione degli investigatori. Dalla documentazione, di cui ha dato notizia Il Fatto Quotidiano, sembrerebbe che Greta e Vanessa siano partite anche con l'intenzione di distribuire 'kit' di salvataggio destinati ai combattenti anti-Assad e "offrire supporto al Free Syrian Army".

Greta e Vanessa tornano a casa: ''Grazie e scusateci''

Con tag Cronaca

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post