Istat, una famiglia su quattro in disagio economico

Pubblicato il

Dal rapporto Istat "Noi Italia 2015" - relativo ai dati del 2013 - emerge una fotografia a chiaroscuri dell'Italia di due anni fa. Un Paese fortemente colpito dalla crisi con una famiglia su quattro in difficoltà economica, con la pressione fiscale tra le più alte del continente ma anche il Paese con il più alto tasso di imprenditorialità in Europa e la mortalità più bassa. L'istituto di via Cesare Balbo offre così un quadro d'insieme relativo al 2013 dei diversi aspetti economici, sociali, demografici e ambientali del nostro Paese, della sua collocazione nel contesto europeo e delle differenze regionali che lo caratterizzano.

Nel 2013 gli italiani in condizione di povertà relativa sono stati oltre 10 milioni, vale a dire il 16,6 per cento della popolazione. Si tratta di persone che presentano una spesa per consumi inferiore alla soglia di riferimento. La povertà assoluta, che non consente di avere standard di vita accettabili, coinvolge invece il 7,9% delle famiglie, per un totale di circa 6 milioni di cittadini. "Il 23,4% delle famiglie vive in una situazione di disagio economico, per un totale di 14,6 milioni di individui" scrive l'Istat. L'anno prima la percentuale era ancora più alta (24,9%). Tornando al dato più recente, circa la metà, il 12,4% dei nuclei si trova in grave difficoltà. In Italia lavorano meno di sei persone su dieci in età compresa tra i 20 e i 64 anni. Nel 2013 il tasso di occupazione per questa fascia d'età è calato, scendendo sotto quota 60% (si è fermato al 59,8%). Nella graduatoria europea, solamente Grecia, Croazia e Spagna presentano valori inferiori.

Istat, una famiglia su quattro in disagio economico

Con tag Economia

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post