La Bce chiude i rubinetti alla Grecia

Pubblicato il

La Bce ha deciso di rimuovere la deroga, introdotta nel 2010, che consentiva alle banche greche di approvvigionarsi di liquidità fornendo a garanzia titoli di Stato. "Il consiglio direttivo - si legge in una nota della Bce - ha deciso di rimuovere la deroga sugli strumenti di debito quotati emessi o garantiti dalla repubblica ellenica. I bond della Grecia non sono più garanzia per ottenere liquidità". La stessa Bce spiega che quella deroga permetteva che i titoli pubblici greci fossero usati nelle operazioni di politica monetaria dell'eurosistema nonostante la Grecia non avesse più un rating al livello d'investimento, ma speculativo.

I riflettori sono puntati soprattutto sul ministro greco delle Finanze Varoufakis, che intende mantenere a galla la Grecia fino a giugno e propone uno swap per alleggerire il peso del debito di Atene, che colleghi i rimborsi sugli interessi alla ripresa della crescita del Pil. Giovedì il ministro greco incontrerà in Germania il ministro delle finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble. Secondo il ministero delle Finanze greco, la Bce ha deciso di mettere pressione sull'eurogruppo, per raggiungere un accordo che benefici sia alla Grecia sia ai suoi partner. E' questa la prima reazione ufficiale di Atene alla decisione di togliere alle banche elleniche l'accesso alle normali aste di liquidità.

La Bce chiude i rubinetti alla Grecia

Con tag Economia

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post