In arrivo il decalogo anticorruzione per le società di Stato

Pubblicato il

Dodici pagine per un decalogo da applicare prima alle società non quotate e poi a quelle presenti in Borsa. E’ il piano anti-corruzione firmato Padoan-Cantone e anticipato da Repubblica. Dodici pagine per garantire massima pubblicità alla vita e alle scelte operative delle società pubbliche, con l’obiettivo di prevenire la corruzione attraverso una serie di misure che vanno dalla rotazione dei dirigenti alla tutela per chi denuncia gli illeciti, dipendenti compresi, fino all’individuazione di una responsabile anti-corruzione passando per la mappatura della aree a rischio. Tra le società interessate dalle novità big come Eni, Enel, Ferrovie e Poste, ma anche tutte le partecipate a livello regionale e comunale. Il decalogo sarà presentato già martedì al Mef, con i ministri Padoan e Madia, dal giorno dopo sarà online per una rapida consultazione al termine della quale diventerà operativo.

Raffaele Cantone

Raffaele Cantone

Con tag Politica

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post