Inchiesta di Ischia, Cantone: ''Valutiamo il commissariamento degli appalti''

Pubblicato il

"Abbiamo chiesto gli atti al procuratore della Repubblica di Napoli per vedere se gli appalti possono essere commissariati. Decideremo dopo aver verificato gli atti". Interviene così il presidente dell'autorità anticorruzione Raffaele Cantone sul caso Ischia. L'inchiesta ha già portato all’arresto del sindaco dell’Isola Giuseppe Ferrandino e di altre nove persone, tra cui i dirigenti del colosso modenese delle cooperative rosse Cpl Concordia. L’indagine, avviata ad aprile 2013, ha portato alla luce - secondo l’accusa - "un sistema affaristico-corruttivo ramificato e gestito dalla Concordia, che aveva effettuato anche una sorta di censimento di politici e istituzioni favorevoli a sporcarsi le mani".

Per Ferrandino la Cpl avrebbe sborsato 330mila euro, giustificati con la stipula di una convenzione con "Le Querce", albergo di proprietà della famiglia del sindaco, per soggiorni mai effettuati dai dipendenti della cooperativa nel 2013 e nel 2014. E sul rapporto tra mondo cooperativo e politica, Cantone afferma: "Serve una legge sui meccanismi e sulla pubblicità dei finanziamenti a fondazioni, associazioni e partiti per evitare ogni sorta di strumentalizzazione".

 Raffaele Cantone

Raffaele Cantone

Con tag Cronaca

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post