Tensione tra Grecia e Ue, Tsipras: ''Il compromesso sia onorevole''

Pubblicato il

Cresce la tensione tra Grecia e Unione europea in vista delle scadenze di aprile che, in assenza di un accordo, potrebbero portare Atene faccia a faccia con l'incubo default. Davanti al parlamento greco il leader Alexis Tsipras si dice pronto a un compromesso a patto però, che sia "onorevole e non rappresenti una capitolazione per Atene. Il debito - spiega ai suoi parlamentari - deve essere ristrutturato se si vuole fare in modo che venga ripagato''. Afferma poi che il governo non alzerà l'Iva, "per bloccare il dissanguamento del popolo greco", mentre è determinato a rafforzare la lotta al contrabbando di tabacco e petrolio, e a varare una stretta sui trasferimenti di capitali.

Impegni che potrebbero apparire ancora troppo generici, visto che le prime ipotesi di riforme avanzate e trapelate durante il weekend erano state giudicate insufficienti al punto che il commissario agli affari economici Pierre Moscovici ha ricordato a Tsipras l'importanza di "rispettare gli impegni presi visto che le scadenze si avvicinano". La cancelliera Angela Merkel era apparsa comunque rassicurante almeno fino alle ultime parole di Tsipras: "Stiamo lavorando per far restare la Grecia nell'euro". 

 Alexis Tsipras

Alexis Tsipras

Con tag Mondo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post