Abusivismo edilizio, lavori sospesi per i proprietari di quattro immobili

Pubblicato il da Roberta Salzano

Abusivismo edilizio, scatta l'ordinanza di sospensione dei lavori per i proprietari di quattro immobili. Sono i dati contenuti nella relazione trasmessa alla procura della Repubblica di Nocera Inferiore dal responsabile del settore Promozione, sviluppo e gestione territoriale del Comune, Vincenzo Ferraioli. I provvedimenti sono scattati in seguito all'attività di indagine svolta da ufficiali e agenti della sezione di polizia giudiziaria del comando dei caschi bianchi di via Michelangelo Buonarroti. Nel mirino sono finiti soprattutto privati, scoperti a realizzare manufatti senza concessione edilizia, come è accaduto in via Crocifisso alla traversa Abagnale e in via San Gennaro, in corrispondenza dell'ingresso del cimitero.

Nel primo caso, alla sospensione dei lavori è seguita l'ordinanza di demolizione del fabbricato. In via Casalanario, invece, in una tettoia già sequestrata dai vigili urbani è stata ricavata una civile abitazione, attraverso l'utilizzo di blocchi in cemento. Mentre un altro fabbricato - munito di solaio - era in fase di costruzione. Un deposito abusivo è stato scovato dagli agenti in via tenente Manniello mentre in via Orta Longa una residente è stata diffidata dal proseguire gli interventi di realizzazione di una strada di 80 metri - in terreno e materiale riciclato - all'interno di un terreno agricolo di proprietà del Comune. Gli ultimi controlli risalgono allo scorso marzo e hanno portato al blocco dei lavori, per i proprietari di dieci immobili, tra cittadini e aziende. È rimasta infine lettera morta la diffida prodotta dal responsabile dell'ufficio tecnico, Vincenzo Ferraioli, a luglio dell'anno scorso, nei confronti dell'ex dirigente dei Servizi sociali, Angela Marciano, dell'ex primo cittadino Pasquale Mauri, e del presidente dell'associazione Angri Tennis Club. Entro lo scorso settembre la tensostruttura inaugurata in via Dante Alighieri, sequestrata dalla polizia locale, doveva essere rimossa perché «abusiva». Ma il ripristino dello stato dei luoghi, che sarebbe dovuto avvenire entro sessanta giorni, non è mai decollato.

Fonte: Il Mattino di Salerno del 22 luglio 2015

Abusivismo edilizio, lavori sospesi per i proprietari di quattro immobili

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post