Cimitero, concessioni scadute: via ai rinnovi

Pubblicato il da Roberta Salzano

Concessioni cimiteriali scadute e non rinnovate, notificati oltre duecento avvisi. Le comunicazioni sono partite dieci giorni fa dall'ufficio Patrimonio del comune di Angri, per sollecitare gli utenti e le loro famiglie a regolarizzare la propria posizione entro 90 giorni. Caso diverso per coloro che risultano irreperibili; l'ente dovrà essere informato se intendono rinunciare al loculo ed eventualmente il luogo dove dovranno essere depositati i resti mortali. Oppure si procederà al trasferimento dei defunti nell'ossario comunale e sarà attivato l'iter, per l'assegnazione degli spazi a coloro che ne faranno richiesta.

Uno step necessario, dopo la sfilza di avvisi fatta affiggere a novembre dell'anno scorso prima del ponte di Ognissanti da due impiegate dell’ufficio concessioni. I permessi potevano essere rinnovati entro il 30 giugno del 2014, per 50 anni a decorrere dalla data di scadenza. Poi a ottobre si sarebbero dovuti «sfrattare» gli ossari. Gli interventi di rimozione non decollarono mentre per oltre 300 loculi fu sospeso l'utilizzo. «L'obiettivo è regolarizzare le concessioni scadute da anni - ha spiegato l'assessore con delega al cimitero Danilo Avagnano - L'attenzione degli addetti ai lavori si sta concentrando anche sui loculi di cui i proprietari risultano irreperibili. Al momento sono quattro le famiglie individuate, per le quali sono state avviate le procedure per il recupero degli ossari e il trasferimento dei resti nell'ossario comunale». Consegna dei lavori infine per la confraternita partenopea, risultata vincitrice di un avviso pubblico a ottobre del 2013, che deve cedere duecento loculi all'ente, con concessione novantanovenale dalla data di stipula del contratto; dalla prossima settimana gli utenti saranno contattati in base all'ordine di prenotazione effettuato.

Fonte: Il Mattino di Salerno del 23 ottobre 2015

Cimitero, concessioni scadute: via ai rinnovi

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post