Stadio Novi, sui muri scritte ultrà contro Ferraioli

Pubblicato il da Roberta Salzano

Stadio Novi, i tifosi dell'Us Angri 1927 ci riprovano dopo lo striscione di protesta di due settimane fa sul muro di cinta della villa comunale. Lunedì sera hanno tappezzato il cancello del comune di Angri con manifesti con su scritto «Questa città merita uno stadio». Poi è stato imbrattato il muro di cinta di un'attività commerciale in via Nazionale, di fronte all'abitazione del sindaco Cosimo Ferraioli; «Angri merita lo stadio», «Ferraioli chiacchierone» e «Angri siamo noi», questi gli slogan.
Il gesto è stato duramente criticato dall'amministrazione, che insieme alla dirigenza dell'Us Angri, ha fatto riverniciare ieri pomeriggio la facciata dell'esercizio.

Nel mirino dei tifosi è finito il mancato decollo dei lavori di ristrutturazione e adeguamento funzionale dell'impianto, per i quali l'ex giunta Mauri ha stanziato con provvedimento dello scorso aprile 600mila euro di fondi residui della legge 219/1981, per la ricostruzione post-terremoto. Al progetto che ha incassato il via libera della Lega Nazionale Dilettanti, dopo le modifiche richieste agli uffici dell'ente, dovrà seguire l'indizione del bando di gara per appaltare l'opera. Sul fronte interno, invece, termineranno entro sabato gli interventi di ripristino del rettangolo di gioco per un importo complessivo di 8mila euro; con le piogge depositi di sabbia e materiali di risulta, per lo svolgimento a giugno dell'anno scorso di una manifestazione equina, si sono stratificati rendendo il campo off-limits.

«I fondi ci sono - ha puntualizzato l'assessore con delega allo Sport Danilo Avagnano - ma non possono essere svincolati fino al 31 dicembre, perché si rischia di sforare il patto di stabilità». Al vaglio della giunta Ferraioli l'ipotesi di intercettare altre risorse tra il Coni e la Fgic campana, che ha ottenuto in Regione un finanziamento di 18 milioni di euro da investire in sei strutture, per riqualificare l'intero impianto e l'area adiacente. Mentre il progetto precedente prevede la predisposizione del manto erboso sintetico, la traslazione del rettangolo di gioco e l'abbattimento della tribuna ospiti, per lasciare il posto a un campetto polivalente e due piste di pattinaggio.

Fonte: Il Mattino di Salerno del 28 ottobre 2015

Stadio Novi, sui muri scritte ultrà contro Ferraioli

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post