Pubblico impiego in piazza, Camusso: ''Poletti vuole apparire come ufo robot''

Pubblicato il

E' partito a Roma, da piazza della Repubblica, il corteo organizzato dai sindacati per la manifestazione nazionale del pubblico impiego. In testa, dietro lo striscione che è lo slogan della manifestazione ''Contratto subito'', ci sono i leader di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, insieme ai segretari generali delle diverse categorie oggi in piazza. Il corteo è diretto a piazza Madonna di Loreto, nei pressi di piazza Venezia, dove si terranno dal palco, i comizi conclusivi di Camusso, Furlan e Barbagallo.

"L'idea che emerge è quella di un ministro che non conosce com'è fatto il lavoro e vuole apparire come Ufo robot, per risolvere tutti i problemi. Ma le condizioni non vanno che peggiorando", attacca la leader Cgil, Susanna Camusso. Travet, prof e medici, e i lavoratori di tutti i servizi e settori pubblici scendono in piazza con lo slogan ''Pubblico6Tu, Contratto subito'' rivendicando il diritto al rinnovo dei contratti, bloccati da sei anni. La manifestazione nazionale è promossa da 25 sigle di categoria di Cgil, Cisl, Uil, Confsal e Gilda, in rappresentanza di scuola, sanità, funzioni centrali, servizi pubblici locali, sicurezza e soccorso, università, ricerca, afam e privato sociale.

I sindacati chiedono lo stanziamento di risorse adeguate in legge di stabilità per un rinnovo "dignitoso" dei contratti pubblici. Ben oltre quella che definiscono la "mancia" proposta dal governo (219 milioni di euro - ricordano - destinati al pubblico impiego, agli statali in senso stretto, oltre agli 80 milioni di euro circa per forze di polizia e carriere speciali). La loro richiesta è di 150 euro di aumento medio.

Pubblico impiego in piazza, Camusso: ''Poletti vuole apparire come ufo robot''

Con tag Cronaca

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post