Rimpasto, Ferraioli prende tempo e studia la rivoluzione della giunta

Pubblicato il da Roberta Salzano

Settimo assessore, il sindaco Cosimo Ferraioli prende tempo. L'ampliamento della giunta passa attraverso la modifica dello statuto, che il consiglio del 26 ottobre ha rinviato. L'assise era stata convocata d'urgenza dal presidente Gianluca Giordano senza che ve ne fossero i presupposti, se non per la ratifica del programma da realizzare nei cento giorni di governo. In pole Maria D'Aniello, ex portavoce di Fratelli d'Italia, con la delega all'attuazione del programma. Ma non si esclude un colpo di coda del primo cittadino, per superare l'impasse amministrativo, che potrebbe portare all'azzeramento della giunta e al cambio di alcuni dirigenti di settore.

A novembre del 2011 lo statuto è stato ritoccato su decisione dell'ex sindaco Pasquale Mauri, per sostituire l'ex presidente Arturo Sorrentino, che ha poi presentato e vinto il ricorso al Tar. Oggi i cambi, oggetto di discussione in conferenza dei capigruppo, riguardano l'introduzione di un consigliere politico, a fronte dei nove nominati dall'ex amministrazione Mauri, l'istituzionalizzazione della festa del santo patrono e del palio storico, e la variazione del quorum e della durata del mandato del presidente. Potrebbero slittare invece a gennaio le nomine per il presidente e i due componenti del Cda del nucleo di valutazione delle performance; all'avviso scaduto il 18 agosto ha partecipato anche l'ex direttore dell'Asl di Salerno Antonio Squillante. Scelta non condivisa dagli alleati di Fdi mentre il consigliere Antonio Mainardi appoggerebbe un'eventuale nomina.

Fonte: Il Mattino di Salerno del 17 novembre 2015

Rimpasto, Ferraioli prende tempo e studia la rivoluzione della giunta

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post