Concorso per lo staff, «atti all'anticorruzione»

Pubblicato il da Roberta Salzano

Bilancio di previsione 2015 e assestamento, le opposizioni attaccano l’amministrazione Ferraioli ed esprimono voto contrario. Nel mirino il rischio di sforare il patto di stabilità, il taglio dei trasferimenti al piano di Zona S1, passati da 890mila a 475mila euro, e il bando per lo staff. «L'immobilismo di questa amministrazione non è più accettabile - ha attaccato il consigliere di opposizione Alberto Milo - l'avviso pubblico per il reclutamento dello staff prevedeva l'assunzione di nove unità e non undici, per un costo annuo di 114mila euro. I decreti di nomina sono stati firmati direttamente dal primo cittadino, chiedo che tutti gli atti relativi alle procedure a evidenza pubblica siano inviati all’autorità anticorruzione». «L’avviso pubblico è una manifestazione di interesse - ha replicato il sindaco Cosimo Ferraioli - che lascia margini di discrezionalità, fermo restando che la capacità di spesa del personale è rimasta invariata».

La discussione è poi proseguita sugli accertamenti Imu 2012 e sugli errori riscontrati negli avvisi di pagamento, a causa del mancato allineamento tra i dati raccolti dalla Soget - la cui attività è terminata il 31 dicembre 2013 - e l’ufficio tributi del Comune. Il saldo Tari sarà invece inviato a gennaio del 2016, applicando il metodo normalizzato, che si basa sul calcolo delle superfici medie e dei componenti il nucleo familiare. Sullo sfondo la volontà dell’amministrazione di creare una banca dati unitaria. Passata infine la modifica dello statuto, per l'ingresso del settimo assessore e l’istituzionalizzazione del palio storico mentre per la festa del santo patrono si è proceduto al rinvio dopo l’istanza presentata dal parroco della collegiata di San Giovanni Battista, Enzo Leopoldo.

Fonte: Il Mattino di Salerno del 1 dicembre 2015

 

Concorso per lo staff, «atti all'anticorruzione»

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post