Bambino positivo alla meningite, sindaco nel mirino

Pubblicato il da Roberta Salzano

Meningite sospetta al primo circolo didattico, genitori contro il sindaco Cosimo Ferraioli. Nel mirino le rassicurazioni giunte dal primo cittadino all'indomani del caso che è scoppiato in via Adriana, dove un bimbo di quattro anni è stato ricoverato all'ospedale Cotugno di Napoli, in condizioni critiche ma stazionarie.

Il primo cittadino ha affermato di essersi attivato tempestivamente già sabato, insieme agli uffici del dipartimento prevenzione dell’Asl Salerno, ''per effettuare un sopralluogo nel plesso scolastico di via Adriana e per contattare successivamente tutti i genitori degli altri piccoli alunni della stessa scuola materna, che dovranno essere sottoposti come da protocollo alle procedure di profilassi''. Dichiarazioni, che hanno spinto molti a chiedere al primo cittadino perché la scuola abbia ospitato ugualmente il seggio elettorale, per il referendum del 17 aprile. Ma non è tutto. Sotto i riflettori è finita anche l'adeguatezza degli interventi di disinfestazione eseguiti all'interno dell'istituto, riaperto mercoledì mattina, e la mancata profilassi per i compagni di classe dei fratelli del piccolo. L'Asl ha infatti ritenuto, che la cura antibiotica preventiva dovesse essere estesa solo a coloro, che sono stati a contatto diretto col bambino, compresi i suoi compagni di classe. Le rassicurazioni di Ferraioli però non sono servite a tranquillizzare i genitori; ieri mattina le aule della scuola dell'infanzia erano deserte.

© Riproduzione riservata

Cosimo Ferraioli

Cosimo Ferraioli

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post