Nucleo di valutazione otto mesi per le scelte, l'affondo del Pd

Pubblicato il da Roberta Salzano

Organismo di valutazione delle performance e nucleo di valutazione, il sindaco Cosimo Ferraioli ha ultimato le nomine che dovranno passare al vaglio dell'autorità anticorruzione. Per entrambi i profili gli avvisi pubblici sono scaduti il 18 e il 20 agosto scorso. I ritardi sulla scelta dei componenti, legati al mancato accordo tra i gruppi consiliari di maggioranza, hanno spinto più volte le forze di opposizione a incalzare l'amministrazione. Tre i membri dell'Oiv: scelti dal primo cittadino ci sono Catello Palumbo, nel 2009 capo staff dell'ex sindaco Gianpaolo Mazzola, e Rosaria Cuomo mentre Pierpaolo Ferraioli rappresenterà Forza Angri. Per il controllo di gestione entrano Chiara Calabrese e Vincenzo Cerrella, indicati da Ferraioli, e Gino Fontana in quota Grande Angri.

L'avviso indetto per due componenti prevede un compenso annuo di settemila euro, che ora potrebbe essere ritoccato al ribasso, e che i candidati non abbiano procedimenti penali in corso. A ottobre del 2014 Fontana, consigliere della società di riscossione tributi del consorzio di bonifica Gefil srl, è stato coinvolto in un'inchiesta della Corte dei Conti per presunto danno erariale, pari a 11 milioni di euro. Scartato invece Antonio Squillante, l'ex manager dell'Asl aveva presentato la sua candidatura alimentando le perplessità degli alleati di Fratelli d'Italia. «Alla voce Oiv leggi il nome e vedi il grado di impegno che ha profuso per servizio, prestato in campagna elettorale - ha attaccato il capogruppo Pd Giancarlo Palmiro D'Ambrosio - Ciò poteva rappresentare legittimità se non si fosse predicata trasparenza, moralità e cambiamento».

Fonte: Il Mattino di Salerno del 23 aprile 2016

Nucleo di valutazione otto mesi per le scelte, l'affondo del Pd

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post