Quattromila euro per rinnovare la patente: 20 arresti e 135 indagati a Frosinone

Pubblicato il

Chiedevano somme che si aggiravano intorno ai 4mila euro per concedere il rilascio o il rinnovo della patente: la polizia di Frosinone ha arrestato 20 persone, compreso un ingegnere della Motorizzazione. Per tutti l'accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, falso in atto pubblico, sostituzione di persona, accesso abusivo a sistema informatico e frode informatica ai danni dello Stato. In totale sono indagate 135 persone.

Gli arresti dell'operazione, chiamata "Pay to drive", sono stati eseguiti tra Lazio, Campania e Abruzzo in collaborazione con le questure di Roma, Napoli, Caserta e L'Aquila. Gli agenti della squadra mobile di Frosinone hanno inoltre sequestrato 90 patenti di guida di varie categorie, ottenute sfruttando il sistema creato dagli arrestati. I clienti dell'organizzazione erano per lo più stranieri (egiziani, pakistani, marocchini e cinesi), spesso non in grado di comprendere nemmeno la lingua italiana, né tantomeno il codice stradale e la segnaletica.

Quattromila euro per rinnovare la patente: 20 arresti e 135 indagati a Frosinone

Con tag Cronaca

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post