Referendum sulle trivelle, affluenza al 32,15%. Non si raggiunge il quorum

Pubblicato il

ll referendum sulle trivelle fallisce il quorum. I dati del Viminale indicano che l'affluenza finale è stata del 32,15% degli elettori, ben al di sotto della metà dei voti più uno necessari per dare efficacia al voto. Alle 19 l'affluenza era stata del 23,48%. Voluto da nove regioni (Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Veneto) che temono per conseguenze sull'ambiente e sul turismo, il quesito chiedeva di scegliere se abrogare la norma, introdotta con l'ultima legge di Stabilità, che consente alle società petrolifere di cercare ed estrarre gas e petrolio, entro le 12 miglia marine dalla costa, senza limiti di tempo alla durata delle concessioni, cioè fino all'esaurimento del giacimento.

Sebbene le società petrolifere non possano più ottenere nuove concessioni per estrarre in mare entro le 12 miglia, le ricerche e le attività petrolifere già in corso – secondo una norma approvata lo scorso dicembre – non hanno dunque scadenza certa. Dopo l'esito del voto, con l'affluenza di circa 18 punti inferiore al quorum del 50%, la norma rimane dunque in vigore così com’è: l’attività di estrazione potrà continuare fino all’esaurimento del giacimento.

Referendum sulle trivelle, affluenza al 32,15%. Non si raggiunge il quorum

Con tag Politica

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post