Piano urbanistico, raffica di osservazioni al Comune da cittadini e aziende: 35 bocciate

Pubblicato il da Roberta Salzano

Ammontano a 158 le osservazioni presentate da cittadini e aziende al piano urbanistico, adottato in consiglio comunale lo scorso ottobre. Di queste 35 sono state bocciate dall'ufficio promozione, sviluppo e gestione territoriale. Respinta la proposta di trasformare via Satriano da «ambito urbano saturo ad alta densità» ad «ambito urbano di completamento del tessuto residenziale».

In via Orta Longa è stata invece rigettata l'istanza del comitato Uniti per la salute, che ha chiesto che l'area che delimita l'azienda Real Estate, individuata nel 2013 dall'ex amministrazione Mauri come artigianale, fosse classificata come agricola. La giunta Ferraioli ha scelto di lasciare inalterata la destinazione e potenziare servizi e viabilità. Tra le istanze respinte anche quella dell'imprenditore Raiola, che come lo scorso dicembre ha chiesto di rinunciare a destinare il 30 per cento dell'intervento da realizzare in via Fermi all'edilizia sostenibile.

Respinta anche la declassificazione di via Ardinghi da centro storico ad «ambito urbano ad alta densità», la delocalizzazione dello stadio Novi in prossimità dello svincolo della statale 268, chiesta dall'associazione Un'altra Angri e già oggetto di osservazione nel preliminare del 2013, e la realizzazione di alloggi nell'area pip Nazionale all'interno degli stabilimenti del gruppo De Clemente, la cui attività è stata delocalizzata.

Via libera invece ai suggerimenti dell'ex consulta dei sindaci in materia di sicurezza stradale, ampliamenti, cambi di destinazione d'uso e all'aggiunta nell'ex Elvea in Corso Vittorio Emanuele delle attività di stoccaggio merci e container, e servizi alle aziende. 

Il Mattino di Salerno del 2 aprile 2017

Piano urbanistico, raffica di osservazioni al Comune da cittadini e aziende: 35 bocciate

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post