Turchia - Passa la riforma di Erdogan, le opposizioni denunciano brogli

Pubblicato il

Vittoria risicata per Recep Tayyip Erdogan nel referendum costituzionale sul presidenzialismo in Turchia. I risultato definitivi saranno resi noti non prima di 10 giorni, ma ma la commissione elettorale ha confermato la vittoria del Sì con poco più del 51%. L'opposizione denuncia brogli sul 3-4% dei voti. Il capo della commissione elettorale turca ha detto che le schede senza timbro, contestate dall'opposizione, sono valide, e che già in passato sono state ammesse. Lo riferisce la Cnn turca. Le opposizioni, che sostenevano il No alla riforma costituzionale, hanno annunciato per oggi ricorsi ufficiali al risultato, che ha assegnato la vittoria al Sì al 51,41%.   

Il voto contrario alla riforma costituzionale prevale in tutte e tre le province delle maggiori città turche - Istanbul, Ankara e Smirne - e nel sud-est dove è forte la minoranza curda. Cruciale per la vittoria del sì il voto all'estero. Dalla Germania all'Olanda, passando per Austria e Belgio il Sì ha superato il 60%, andando in molti casi anche oltre, mentre la riforma è stata bocciata dai turchi residenti in Svizzera. Secondo i dati diffusi nella notte dall'agenzia di stampa ufficiale turca Anadolu e rilanciati dalla tedesca Dpa, in Germania, dove risiede la più grande comunità turca all'estero (1,4 milioni gli aventi diritto), il 63,1% degli elettori ha detto Sì alla riforma costituzionale che assegna ampi poteri al presidente. In Austria e in Belgio, hanno creduto nella riforma rispettivamente il 73,5% e il 75,1% degli elettori. In Olanda ha votato per il Sì il 71% degli aventi diritto, mentre in Svizzera solo il 38% si è espresso a favore del passaggio al sistema presidenziale. 

Recep Tayyip Erdogan

Recep Tayyip Erdogan

Con tag Mondo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post