Gestione dei rifiuti alla Aes, manca il piano industriale

Pubblicato il da Roberta Salzano

Aut aut del sindaco Cosimo Ferraioli al responsabile dell'azienda Angri Eco Servizi e ai componenti del consiglio di amministrazione. È questo in sintesi quanto sarebbe emerso dall'incontro di due giorni fa, convocato per fare il punto della situazione.

Sotto i riflettori sarebbe finita la mancata redazione del piano industriale, richiesto un anno fa. Sull'argomento anche l'ex segretario generale Gelormini aveva sollecitato lo scorso giugno con una nota l'esigenza di definire i rapporti con l'Aes e di rivedere le condizioni economiche di alcuni affidamenti. Durante il summit perplessità sarebbero state espresse anche in merito al lavoro prodotto dal CdA, nominato a settembre del 2015 con decreto sindacale. La prossima scadenza per l'elaborazione del piano industriale è stata fissata entro un mese. Sullo sfondo l'adesione del Comune al progetto per la creazione di un sub ambito distrettuale, previsto dalla Regione per la gestione integrata dei rifiuti, insieme a Sant'Egidio del Monte Albino, Corbara, Pagani e San Marzano sul Sarno.

L'ultimo piano risale al 2012 e necessita di essere aggiornato soprattutto in seguito agli investimenti, che l'azienda speciale si prepara ad affrontare per i prossimi tre anni, e che ha inserito nel bilancio di previsione approvato in aula ad aprile. Secondo il piano, per il 2017 i mezzi a disposizione dell'Aes sono sedici, con contratti in leasing, per un importo di 500mila euro mentre il potenziamento delle attrezzature è previsto per il 2018 e il 2019. Attualmente i costi del servizio tra raccolta e spazzamento, smaltimento dei rifiuti, gestione dei parcheggi che producono in media un incasso mensile di 20mila euro, e la manutenzione del verde sfiorano i 5milioni di euro l'anno. 

Il Mattino di Salerno del 18 maggio 2017

Gestione dei rifiuti alla Aes, manca il piano industriale

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post