Gestione dei rifiuti alla Aes, manca il piano industriale

Pubblicato il da Roberta Salzano

Aut aut del sindaco Cosimo Ferraioli al responsabile dell'azienda Angri Eco Servizi e ai componenti del consiglio di amministrazione. È questo in sintesi quanto sarebbe emerso dall'incontro di due giorni fa, convocato per fare il punto della situazione.

Sotto i riflettori sarebbe finita la mancata redazione del piano industriale, richiesto un anno fa. Sull'argomento anche l'ex segretario generale Gelormini aveva sollecitato lo scorso giugno con una nota l'esigenza di definire i rapporti con l'Aes e di rivedere le condizioni economiche di alcuni affidamenti. Durante il summit perplessità sarebbero state espresse anche in merito al lavoro prodotto dal CdA, nominato a settembre del 2015 con decreto sindacale. La prossima scadenza per l'elaborazione del piano industriale è stata fissata entro un mese. Sullo sfondo l'adesione del Comune al progetto per la creazione di un sub ambito distrettuale, previsto dalla Regione per la gestione integrata dei rifiuti, insieme a Sant'Egidio del Monte Albino, Corbara, Pagani e San Marzano sul Sarno.

L'ultimo piano risale al 2012 e necessita di essere aggiornato soprattutto in seguito agli investimenti, che l'azienda speciale si prepara ad affrontare per i prossimi tre anni, e che ha inserito nel bilancio di previsione approvato in aula ad aprile. Secondo il piano, per il 2017 i mezzi a disposizione dell'Aes sono sedici, con contratti in leasing, per un importo di 500mila euro mentre il potenziamento delle attrezzature è previsto per il 2018 e il 2019. Attualmente i costi del servizio tra raccolta e spazzamento, smaltimento dei rifiuti, gestione dei parcheggi che producono in media un incasso mensile di 20mila euro, e la manutenzione del verde sfiorano i 5milioni di euro l'anno. 

Il Mattino di Salerno del 18 maggio 2017

Gestione dei rifiuti alla Aes, manca il piano industriale

Con tag Geolocal

Commenta il post