Attacco nel cuore di Londa, rivendicazione dell'Isis: fermate 14 persone

Pubblicato il

È di 7 morti e 48 feriti - 21 in gravi condizioni - il bilancio degli attacchi di sabato sera a Londra. Da ieri mattina alle 7 la polizia ha compiuto raid nel quartiere di Barking, a Londra: 12 le persone arrestate, tra cui 4 donne. Ad essere perquisita anche l'abitazione di uno dei killer: sarebbe un uomo di origine pakistana che abitava lì con moglie e figli. Poi ieri pomeriggio, una "significativa" operazione di polizia si è svolta nei pressi di East Ham High Street, a Londra. Due i fermi. 

L'operazione è probabilmente connessa con gli attacchi. Lo riferiscono alcuni media britannici. La zona si trova non lontano da Barking. Poco dopo le 22 (le 23 in Italia) tre uomini si sono lanciati a bordo di un furgone bianco a grande velocità (almeno 80 km/h) sul London Bridge e hanno investito una quarantina di persone. Poi, brandendo lunghi coltelli da cucina, hanno raggiunto Borough Market e hanno accoltellato chiunque si trovasse davanti. La polizia li ha uccisi otto minuti dopo aver ricevuto la prima chiamata di emergenza, in strada. I feriti, ricoverati in 5 ospedali della capitale, sono 48 e altre persone sono state medicate sul posto. Gli aggressori indossavano finte cinture esplosive per seminare il panico e sono scesi dal furgone urlando "lo facciamo per Allah". La polizia ha confermato che gli aggressori erano tre e sono stati uccisi, anche se le indagini continuano, e ha invitato londinesi e turisti a restare "calmi e vigili" e a segnalare "persone o cose sospette" ai numeri di emergenza.   

Attacco nel cuore di Londa, rivendicazione dell'Isis: fermate 14 persone

Con tag Mondo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post