Rogo alla Sea, Ferraioli ordina la bonifica di tutta l'area

Pubblicato il da Roberta Salzano

Nuova ordinanza del sindaco Cosimo Ferraioli, dopo l'incendio che ha interessato la scorsa settimana lo stabilimento Sea srl, in località Taurano. In prima battuta era stata chiesta al legale rappresentante dell'opificio, Mauro Scarlato, la messa in sicurezza del sito con la delimitazione dell'area a rischio crolli. Il recente provvedimento si è reso invece necessario, dopo aver acquisito il verbale redatto dall'Arpac di Salerno. 

«In considerazione delle notevoli dimensioni dell'incendio - è stato scritto nella relazione - generato dalla combustione dei rifiuti stoccati nell'impianto, si evidenzia che si tratta di un evento potenzialmente in grado di causare il superamento delle concentrazioni della soglia di contaminazione».

Per questo motivo è stato ordinato al legale rappresentante di avviare entro ventiquattro ore le procedure per la bonifica del sito, applicando quanto previsto dal decreto del 2006 in materia ambientale. Al momento resta in piedi il divieto temporaneo di transito nel raggio di azione di duecento metri dalla fabbrica, emanato nelle prime ore successive al rogo del 19 giugno, e il divieto di coltivazione dei fondi agricoli limitrofi e di consumo dei prodotti al loro interno coltivati, in attesa di conoscere i risultati dei rilievi dell'Arpac. Secondo gli accertamenti finora effettuati dai vigili del fuoco, all'interno dei capannoni erano presenti oltre a carta e cartoni, sacchi di iuta, alluminio e scatolami in latta.

Il Mattino di Salerno del 27 giugno 2017

Rogo alla Sea, Ferraioli ordina la bonifica di tutta l'area

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post