Weekend senz'assistenza, sindacalisti in rivolta

Pubblicato il da Roberta Salzano

Dal 1 aprile il centro di salute mentale di piazza Annunziata sarà chiuso di notte e nei giorni festivi. A denunciare l'ennesimo disservizio sono stati i rappresentanti della Cisl Fp provinciale Paolo Fasolino e Domenico Della Mura.

«Gli utenti non sono stati informati preventivamente delle modifiche che ci sarebbero state - raccontano - la rimodulazione dei turni ha decretato la sospensione delle attività, con grave pregiudizio per i pazienti che in caso di urgenza dovranno contattare il 118. L'assistenza verrebbe garantita dal personale, in pronta disponibilità e non nell'arco delle ventiquattro ore, con ritardi sui tempi di intervento». 

Una scelta, che secondo i sindacalisti potrebbe determinare la «sospensione di un pubblico servizio, considerato che le domeniche e i festivi non sono pochi i pazienti che utilizzano il centro di piazza Annunziata, per la somministrazione di terapie farmacologiche». Al centro della vicenda è finito anche l'utilizzo delle auto e delle attrezzature in caso di emergenza, a causa della distanza tra il centro e la struttura residenziale «Rosamunda» di piazza Crocifisso.

«Se l’azienda è certa del suo operato perché non si confronta con il sindacato? - hanno chiesto i rappresentanti della Cisl Fp - una riorganizzazione dei servizi che migliora l’assistenza dei pazienti va discussa e vanno informati tutte le componenti sociali interessate. Altrimenti si corre il rischio di arrecare danno a chi è già stato danneggiato in quanto fragile e indifeso». Il prossimo step sarà un confronto con il capo dipartimento; in caso contrario Fasolino e Della Mura si dicono pronti a intraprendere qualsiasi azione a tutela dei cittadini.

Il Mattino di Salerno dell'8 aprile 2018

Weekend senz'assistenza, sindacalisti in rivolta

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post