Abusi edilizi, tre sequestri: report in Procura e Regione

Pubblicato il da Roberta Salzano

Abusivismo edilizio, tre le violazioni accertate a maggio dagli agenti della polizia locale e dal personale preposto alla vigilanza urbanistica del Comune: è il risultato del report trasmesso dal responsabile dell'ufficio tecnico, Vincenzo Ferraioli, alla procura della Repubblica di Nocera Inferiore, al governatore Vincenzo De Luca e al ministero delle Infrastrutture. Da piazza Crocifisso sono partiti due provvedimenti di sospensione delle opere edili abusive: il primo è stato emesso nei confronti del consorzio Cedil, in via generale Gennaro Niglio. Perché, dalle verifiche effettuate all'interno del cantiere sequestrato dai caschi bianchi, è emersa la presenza di un fabbricato allo stato grezzo, composto da un piano seminterrato e da pilastri al piano rialzato sprovvisto di permesso a costruire.

Caso analogo in via Casalanario dove sono stati realizzati due manufatti, uno in blocchi di cemento, che avrebbe dovuto ospitare un'abitazione e una tettoia in ferro e lamiera. Ordinanza di demolizione invece in via Santa Maria: durante il sopralluogo gli addetti ai lavori hanno appurato la realizzazione in zona agricola di un edificio senza licenza. Il fabbricato attualmente abitato si compone di due piani e di un casotto esterno in legno. Nei confronti dei proprietari è scattato un provvedimento di demolizione da eseguire entro novanta giorni. Lavori abusivi infine in via Monte Taccaro, dove dopo lo stop intimato dall'ente ai titolari di una pizzeria, il suolo sequestrato nel 2007 ospita una fattoria didattica per i più piccoli. 

Il Mattino di Salerno del 6 giugno 2018

Abusi edilizi, tre sequestri: report in Procura e Regione

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post