La verità di Ferraioli: Tradito dagli ipocriti

Pubblicato il da Roberta Salzano

A due settimane dall'insediamento del commissario prefettizio, Alessandro Valeri, il sindaco Cosimo Ferraioli fa chiarezza sulle vicende dell'ultimo periodo. A partire dalle dimissioni inoltrate via pec dal consigliere di maggioranza, Alfredo Pauciulo, inserite tra i punti all'ordine del giorno del consiglio del 1 luglio, ma respinte da dodici consiglieri di opposizione perché giudicate irrituali in seguito alla lettura da parte del consigliere di opposizione Pasquale Mauri di una lettera anomina, messa agli atti in aula.
 
<<Per 40 anni i provvedimenti sono stati votati con 13 consiglieri e non 12 - ha detto Ferraioli - il 20 giugno e il 1 luglio faceva comodo fare diversamente. Inoltre il regolamento prevede di poter rivotare provvedimenti bocciati come il rendiconto>>. Lo strumento è stato approvato dalla maggioranza il 9 luglio e una settimana fa dal commissario ad acta indicato dalla Prefettura. 
 
Poi l'attacco all'ex consigliere di maggioranza Luigi D'Antuono: <<L'ipocrisia di chi da quarant'anni usa la menzogna per danneggiare gli avversari e va in Prefettura accusandoci di cose inesistenti, lanciando sospetti di infiltrazioni camorristiche. Accuse che svergognano l'intero consiglio comunale>>.
 
Il Mattino di Salerno del 27 luglio 2019
La verità di Ferraioli: Tradito dagli ipocriti

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post