La tassa sui rifiuti è un flop, Comune in crisi di liquidità

Pubblicato il da Roberta Salzano

Flop settore Entrate; riscossione della Tari molto bassa. È questo in sintesi quanto emerge dalla relazione della responsabile dei servizi finanziari del Comune nel provvedimento di salvaguardia degli equilibri di bilancio, approvato nei giorni scorsi dal commissario prefettizio Alessandro Valeri. Una crisi di liquidità - prosegue l'analisi della situazione contabile - che toglie all'ente la disponibilità di spesa. Dal rendiconto 2018 emerge infatti che tra Imu, tassa sui rifiuti e occupazione di suolo pubblico sono stati recuperati 80mila euro. Taglio invece da 400mila euro per lo smaltimento dei rifiuti, metà dei quali sono stati destinati ai servizi sociali. Una ridistribuzione delle risorse temporanea, considerato che tra fine agosto e inizio settembre l'ente si troverà a fronteggiare l'ennesima emergenza rifiuti, a causa dello stop per manutenzione dell'impianto di Acerra. La pausa durerà 45 giorni e costringerà il Comune a trovare soluzioni alternative, per smaltire l'indifferenziato non essendo presenti sul territorio siti di stoccaggio

 
IL PRECEDENTE
 
Una situazione, che si è registrata già lo scorso gennaio e non ha determinato l'aumento delle tariffe, proposto in maniera retroattiva da Eco ambiente, ma bloccato dall'amministrazione Ferraioli che ha presentato ricorso al Tar
 
Il Mattino di Salerno del 18 agosto 2019
La tassa sui rifiuti è un flop, Comune in crisi di liquidità

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post