Revoca pronta per il gestore della villetta in via Niglio

Pubblicato il da Roberta Salzano

Villa comunale in via Niglio: concessione non rispettata e struttura non aperta regolarmente. È quanto si verifica nell'area pedemontana da luglio quando il Comune ha diffidato la società Alfa Invest, che ha in gestione il parco, e ha avviato la procedura di revoca del contratto in seguito ai controlli della polizia locale. Dalle verifiche è emerso, che il chiosco realizzato all'interno della villa dalla società per un importo di 41mila euro e la villa non sono stati aperti con continuità nell'ultimo anno. E che il campo di calcetto attiguo, inaugurato a settembre del 2015 e costato 12mila euro, è stato lasciato in balìa dell'incuria e degli atti vandalici

Il cancello principale è stato rotto e resta aperto h24, le recinzioni esterne sono state divelte, le porte sventrate e i cestini rubati. Sul fronte interno, invece, il quartiere residenziale continua a essere utilizzato come pista per i mezzi pesanti, che da Sant'Antonio Abate si muovono verso Angri a velocità sostenuta, incuranti dei divieti di transito. Nei giardini di villa Doria, invece, ignoti hanno imbrattato due giorni fa la pavimentazione, con scritte realizzate con vernice spray. Purtroppo non si tratta di un caso isolato. Da tempo il parco principale della città viene preso d'assalto dagli incivili, che con azioni periodiche danneggiano panchine, giostre per i più piccoli, dog toilette e cestini raccogli carte installati a giugno dall'Angri Eco Servizi. A complicare la situazione, infine, il mancato rispetto dei divieti installati in corrispondenza dei punti di accesso alla villa, continuamente disattesi a causa dell'assenza di controlli.

 
Il Mattino di Salerno del 28 settembre 2019
Revoca pronta per il gestore della villetta in via Niglio

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post