Ancora un rinvio del Tar, Ferraioli nel limbo

Pubblicato il da Roberta Salzano

Sindaco e consiglio comunale sospesi dalla prefettura di Salerno per la mancata approvazione del consuntivo 2018; il Tar rinvia l'udienza di merito al 4 dicembre. Si tratta della seconda volta, il 24 luglio è stata respinta l'istanza cautelare proposta dal legale del sindaco, Cosimo Ferraioli.

Il Tar ha scelto di non esprimersi, ritenendo che <<la materia oggetto di ricorso - scritto nel dispositivo - necessiti di un approfondito esame, idoneo a soddisfare le esigenze cautelari prospettate dalla parte ricorrente>>. 
 
Il presidente della seconda sezione del Tar, Maria Abbruzzese, lascia quindi aperto uno spiraglio per analizzare nel dettaglio il caso nonostante siano trascorsi due mesi dal primo rinvio. Ed eventualmente reintegrare l'amministrazione Ferraioli e l'intera assise. Ma non è escluso che fino ad allora possano aprirsi altri scenari e che il ministero dell'Interno decida dire mettere la parola fine a una vicenda che si trascina dal 12 luglio, attraverso lo scioglimento del consiglio comunale. Se questa circostanza dovesse concretizzarsi sarà nominata una commissione straordinaria per la gestione del Comune, al posto del commissario Alessandro Valeri, nominato il 12 luglio dalla prefettura contestualmente al commissario ad acta Francesco Prencipe, incaricato di approvare il rendiconto di gestione.
 
LE CONTESTAZIONI
Tre i punti intorno ai quali ruota il ricorso del primo cittadino: contestata la doppia bocciatura del consuntivo da parte di dodici consiglieri di opposizione nelle sedute del 20 giugno e del 1 luglio, il mancato inserimento tra i punti all'ordine del giorno della surroga del consigliere di maggioranza Alfredo Pauciulo (Grande Angri) e impugnati infine decreti di nomina dei commissari Prencipe e Valeri. 
 
Il Mattino di Salerno del 13 settembre 2019
Ancora un rinvio del Tar, Ferraioli nel limbo

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post