Via il grembiule, in aula con la divisa: la scelta divide il fronte delle mamme

Pubblicato il da Roberta Salzano

Polo bianca a mezze maniche con il logo della scuola da indossare con un indumento rigorosamente blu, per gli studenti della scuola dell'infanzia e primaria del terzo circolo didattico. Rinviata, invece, la discussione riguardo l'adozione di una divisa completa per il resto dell'anno, in sostituzione dei grembiuli.

La decisione, adottata dal consiglio di circolo, è stata comunicata ai genitori con un avviso pubblicato sul sito istituzionale della scuola con le specifiche tecniche che dovrà avere il logo, i colori e il negozio dove poter acquistare il capo. È inoltre chiarito che per il periodo estivo non sarà consentito indossare indumenti diversi. 
 
Da giorni la questione ha acceso il dibattito tra le mamme, in vista della ripresa delle attività didattiche, fissata per domani. L'iniziativa è nata per garantire una <regola tra gli studenti nel modo di stare a scuola>>, in un contesto dove i grembiuli continuano a non essere indossati da tutti. E a far crescere nei piccoli studenti il <<senso di appartenenza alla comunità scolastica>>. 
 
I PARERI
 
Ma il fronte delle mamme si è diviso tra coloro che hanno proposto l'utilizzo della divisa completa e coloro che hanno acceso i riflettori sui costi da sostenere, considerato che il grembiule dovrà essere acquistato fino a nuove decisioni, che slittano al primo consiglio di circolo utile. La scelta della divisa ha anche riscontrato adesioni da parte dei genitori, che puntano però all'eliminazione dei grembiulini e all'uso dei completini (estivo e invernale) per tutto l'anno.
 
Quello delle divise non è l'unico fronte caldo al terzo circolo didattico. L'altro tema aperto è il trasferimento della segreteria e della didattica, dal piano interrato della scuola di via Lazio al nuovo plesso di via Dante Alighieri, dove dovranno essere collocate Opromolla e Galvani. Per quest'anno l'accorpamento slitta, ma l'impegno assunto dal commissario Valeri e dal settore lavori pubblici è collocare le tre aule nella nuova struttura per il 14 settembre. Il tutto nonostante i lavori di completamento del complesso siano ancora in alto mare. 
 
Sullo sfondo il ricorso al Tar presentato nei mesi scorsi dalla dirigente Patrizia Del Barone contro la decisione del Comune di destinare l'edificio in fase di ultimazione alle scuole medie Opromolla e Galvani, a causa dell'alto numero di iscritti. In supporto anche la petizione lanciata dai genitori dei plessi Lazio e Dante Alighieri, poi rientrata insieme al contenzioso proposto dalla responsabile della scuola. 
 
Il Mattino di Salerno del 10 settembre 2019
Via il grembiule, in aula con la divisa: la scelta divide il fronte delle mamme

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post