Dottoressa fa nascere bimbo in ambulanza

Pubblicato il da Roberta Salzano

L'ambulanza si trasforma in sala parto, bambino nasce prima di terminare la corsa verso l'ospedale. Ad assistere il bebè e la sua mamma, una 24enne di origini nigeriane, l'equipe guidata dalla dottoressa Giuseppina Desiderio di Angri, che due giorni fa ha soccorso la donna nel centro di accoglienza di Santa Caterina dello Ionio, in provincia di Catanzaro. La squadra del 118 era in marcia verso l'ospedale, che dista 60 chilometri contro i 27 del comune di Soverato dove è stato chiuso il punto nascita perché i parti sono inferiori alla soglia indicata dal ministero della Salute. 

 
Una storia a lieto fine, che avrebbe potuto avere un epilogo diverso a causa dei servizi persi e della burocrazia. Le condizioni della giovane mamma non erano tali da far pensare a un parto anticipato, invece le acque si sono rotte a metà percorso. In base al decreto del ministero della Salute del 2015 è stata disposta la chiusura dei punti nascita con attività inferiore ai cinquecento parti l'anno.È accaduto anche a Cava dei Tirreni; nel 2016. Un'organizzazione sanitaria che si scontra con le esigenze degli utenti.
 
Il Mattino di Salerno del 29 novembre 2019
In foto l'equipe medica

In foto l'equipe medica

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post