Stangata di Ferraioli sulle seconde case, istituto Opromolla: slitta l'alienazione

Pubblicato il da Roberta Salzano

Dovrà essere rivisto il piano delle alienazioni proposto dall'amministrazione Ferraioli nel consiglio comunale, convocato in modalità virtuale ieri pomeriggio. Le opposizioni hanno dato battaglia, in particolare il gruppo politico che fa capo al consigliere Alberto Milo, che si è opposto alla decisione di vendere l'immobile che attualmente ospita l'istituto Opromolla, per destinarlo alle associazioni

Poi a tenere banco è stata la questione tributi. Dopo la decisione di ripartire la Tari in tre rate e caricare l'80 per cento della tassa sulla tranche di giugno al posto delle vecchie quattro rate, l'amministrazione comunale ha deciso di aumentare da 9.50 a 10.50 l'aliquota sulle seconde case. Una decisione, che ha scatenato il voto contrario delle forze di opposizione e il duro intervento dei consiglieri Domenico D'Auria e Vincenzo Ferrara del gruppo Pasquale Mauri sindaco. Non ha incontrato il voto unanime dell'assise la nascita della società consortile con i comuni di Sant'Egidio del Monte Albino, Corbara e Scafati. Arrivata in aula dopo il parere negativo dei revisori dei conti, a causa dell'assenza del piano economico finanziario.
 
LA SCUOLA
Via libera infine alla mozione di sfiducia proposta dalla maggioranza nei confronti della dirigente del primo circolo Maddalena Iannone. Finita al centro di dure polemiche per la gestione dell'emergenza Covid e l'organizzazione didattica. Obiettivo della proposta ottenere il trasferimento della dirigente verso altra sede mentre si attende che gli ispettori del ministero dell'istruzione completino le verifiche interne.
 
Il Mattino di Salerno del 29 maggio 2021
Stangata di Ferraioli sulle seconde case, istituto Opromolla: slitta l'alienazione

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post