Angri - Concorso per spazzini, polemiche sulle esclusioni

Pubblicato il da Roberta Salzano

Concorso per l'assunzione a tempo indeterminato di quindici operatori ecologici all'Angri Eco Servizi; la prova preselettiva è stata superata da 100 candidati a fronte di 221 partecipanti. Ma è polemica per le modalità di esclusione di due concorrenti, dopo aver sostenuto la prima prova, a causa di incongruenze nella domanda di partecipazione presentata un anno fa. Nel mirino sono finite le discrasie tra gli articoli 5 e 6 del bando
 
Nel primo caso è prevista infatti l'esclusione in tre circostanze: se mancano la firma in calce alla domanda di partecipazione e tra gli allegati il bollettino che attesta il pagamento della tassa di concorso e il documento di riconoscimento. Al punto 6, richiamato nella graduatoria finale per depennare i due partecipanti, è invece aggiunto che l'assenza di qualsiasi documento costuisce motivo di esclusione allo scritto. 
 
Mentre non sono chiariti gli errori formali e le mancanze non sostanziali, che i candidati avrebbero potuto sanare sette giorni prima di essere convocati a sostenere il quiz da trenta domande. Senza quindi essere esclusi, perdendo ogni chance. L'altra nota dolente riguarda la mancata pubblicazione dell'elenco degli ammessi e degli esclusi alla preselezione sul sito dell'Angri Eco Servizi, come previsto dal bando indetto a novembre del 2020 al quale hanno aderito in 675.
 
Il Mattino di Salerno del 28 ottobre 2021
Angri - Concorso per spazzini, polemiche sulle esclusioni

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post