Angri - Evasione dalla Tari, 1.4 milioni da recuperare

Pubblicato il da Roberta Salzano

Tari 2014 non corrisposta o versata in ritardo; attraverso l'agenzia delle Entrate il Comune ha effettuato verifiche su circa duemila contribuenti e punta ora a recuperare un milione e 400mila euro. Uno step, quello dell'iscrizione a ruolo della Tari non versata, al quale si è giunti dopo sette anni. L'importo accertato sarà inserito tra i residui del bilancio 2014. La riscossione della tassa sui rifiuti continua a essere il nervo scoperto per le casse dell'ente di piazza Crocifisso e l'amministrazione Ferraioli. Lo scorso giugno sono stati inviati ai contribuenti avvisi di pagamento Tari per 4milioni di euro. La somma è stata inserita in bilancio, ma finora non è noto quanto sia stato effettivamente corrisposto dagli utenti, ai quali a dicembre dovrà pervenire il saldo relativo al 2020.
 
L'importo dell'ultima tranche non è stato ancora determinato dalla giunta. La bassa capacità di recupero della Tari, che si è registrata negli ultimi quattro anni, è finita al centro di una indagine contabile della Corte dei Conti. Sotto la lente ci sono ben 7 milioni di euro tra residui attivi e passivi, che ragioniere e amministrazione puntavano a recuperare prima dell'approvazione del bilancio di previsione lo scorso agosto. Ma senza risultato. 
 
Il Mattino di Salerno del 9 novembre 2021
 
Angri - Evasione dalla Tari, 1.4 milioni da recuperare

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post