Angri - Fontane a secco al cimitero, disagi per gli utenti

Pubblicato il da Roberta Salzano

Fontane a secco nel cimitero comunale. È quanto si registra da settimane, dopo la decisione del Comune di procedere alla razionalizzazione dei dispositivi installati all'interno della struttura. 

La corsa a centellinare i consumi al momento sembra essere stata effettuata senza criteri. Interi viali sono senz'acqua e per averne occorre posizionarsi in corrispondenza degli ingressi. Una situazione, che non sta mancando di creare disagi agli utenti, alle prese inoltre con orari di apertura e chiusura poco flessibili. Nonostante la decisione della giunta Ferraioli di affidare il cimitero in gestione a terzi (alla gara effettuata lo scorso dicembre dal responsabile dei Lavori pubblici attraverso il mercato elettronico si è presentato solo il gruppo Caccavale di Saviano al quale viene corrisposto un canone annuo di 130mila euro) l'accesso al cimitero continua infatti a seguire gli orari degli uffici comunali. Mentre manutenzione ordinaria e pulizia in carico al privato sono ferme al palo. 
 
Frequenti anche i furti di oggetti e borchie in bronzo. Episodi rispetto ai quali le 14 telecamere di videosorveglianza, installate nel 2019 e monitorate dalla vigilanza Doria per un costo mensile di 366 euro, non fungono da deterrente. 
Angri - Fontane a secco al cimitero, disagi per gli utenti

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post