Angri - Dopo il servizio paghe, a privati anche la notifica degli atti

Pubblicato il da Roberta Salzano

Alla carenza di personale al Comune, l’amministrazione Ferraioli risponde con l’esternalizzazione dei servizi. Questo in sintesi quanto si verifica da gennaio, dopo la volontà di affidare a terzi il servizio paghe. Ora tocca al settore messi e notifiche, per il quale la giunta (assenti gli assessori Malafronte, Manzo e Russo) ha approvato la variazione di bilancio da 17mila euro.

In vista dell’approvazione del rendiconto di gestione 2021, nessun adempimento è stato effettuato, per reclutare personale e mettere la parola fine ai disservizi che da mesi colpiscono gli utenti, determinando inoltre la chiusura di alcuni uffici. Sullo sfondo l'uscita dal concorso regionale Ripam - ufficialmente per carenza di risorse - che ha visto sfumare sette assunzioni dopo un periodo di formazione di dieci mesi, e il congelamento dal 2019 del concorso per l’assunzione di un funzionario amministrativo cat. D, al quale hanno partecipato 150 candidati. Infine lo stanziamento alla fine del 2021 di 32mila euro, per la stabilizzazione di un tecnico al 40 per cento e di un agente di polizia locale di categoria D al 50 per cento. Assunzioni, tuttora ferme al palo.

Intanto, dopo il pensionamento di altre due unità all’ufficio Anagrafe e i ripetuti rallentamenti che si verificano, per il rilascio delle carte di identità, su proposta dell’assessore al personale Bonaventura Manzo si è deciso di richiamare in servizio un ex dipendente del comune di Sant’Antonio Abate. Una decisione, che già nel 2021 si è rivelata poco risolutiva e ha comportato le dimissioni dello stesso.  
Angri - Dopo il servizio paghe, a privati anche la notifica degli atti

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post