Angri - Movida in via di Mezzo, Ferraioli ci riprova: nuova stretta sugli orari

Pubblicato il da Roberta Salzano

Movida molesta in via Di Mezzo; il sindaco Cosimo Ferraioli ci riprova. Dopo aver sospeso lo scorso luglio, su richiesta di sedici consiglieri, l'ordinanza contenente le disposizioni per tutelare la sicurezza e la vivibilità urbana, la ripropone. Sullo sfondo il ricorso vinto al Tar di Salerno da sette residenti, con condanna dell'ente di piazza Crocifisso, e le nuove indagini commissionate all'Arpac a fine agosto ed eseguite ad ottobre. Dalle verifiche è emerso "che il superamento dei decibel non è accentuato dalla diffusione di musica bensì dal vociare. Pertanto - è scritto nel nuovo provvedimento sindacale - si ritengono opportuni ulteriori approfondimenti circa l’attendibilità dei dati da effettuarsi, con ulteriori rilievi anche nelle abitazioni dei ricorrenti che ad oggi non sono state ancora espletate". 

Sulla vicenda il 5 ottobre si è svolta una nuova conferenza di servizi in Prefettura, a margine della quale il primo cittadino ha deciso - in via sperimentale dal 1 dicembre fino al 1 marzo prossimo - di ordinare alle attività di somministrazione di alimenti e bevande la chiusura entro l'una nei giorni feriali ed entro le due nei giorni festivi. I distributori automatici di bevande non potranno erogare alcolici dopo la mezzanotte e non sarà consentito - oltre questo orario l'intrattenimento musicale. Sono esclusi dai nuovi orari le attività di vicinato e i ristoranti e le pizzerie, che svolgono servizio a tavoli. 
 
Nota dolente restano i controlli, considerato che gli agenti della polizia locale sono in servizio fino alle 21 e oltre questo orario la vigilanza del territorio e il rispetto del provvedimento compete alle altre forze dell'ordine. Per i trasgressori del provvedimento sono previste sanzioni dai 25 ai 500 euro
Angri - Movida in via di Mezzo, Ferraioli ci riprova: nuova stretta sugli orari

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post