Caso Loris, il Riesame: ''La mamma ha agito da lucidissima assassina''

Pubblicato il

Veronica Panarello, ha "una capacità elaborativa di una pronta strategia manipolatoria e una insospettabile tenuta psicologica, che supportano il giudizio di elevatissima capacità criminale". Lo scrive il tribunale del Riesame nelle 109 pagine delle motivazioni con cui, il 3 gennaio scorso, ha confermato gli arresti in carcere per la donna accusata di avere ucciso il figlio Loris di 8 anni, il 29 novembre scorso a Santa Croce Camerina, nel ragusano.

''Veronica Panarello - si legge ancora nelle motivazioni - con agghiacciante indifferenza, ha agito da lucidissima assassina manifestando una pronta reazione al delitto di cui si è resa responsabile, con la volontà di organizzare l'apparente rapimento del figlio Loris". Secondo il Riesame, la donna ha tenuto una "sconcertante glacialità nell'ordire la simulazione di un rapimento a scopo sessuale, una impressionante determinazione nel liberarsi del cadavere del figlio, scaraventandolo nel canalone, per lucidamente occultare le prove del crimine".

Veronica Panarello

Veronica Panarello

Con tag Cronaca

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post