Cimitero - Loculi incompleti, fioccano le richieste di rimborso

Pubblicato il da Roberta Salzano

Interventi di completamento dei loculi fermi al palo, fioccano le richieste di indennizzo. Attualmente sono 61 le istanze presentate dagli utenti all'Urp del Comune, per chiedere la restituzione delle somme - versate a titolo di acconto - per la prenotazione delle cellette realizzate dalla Reale arciconfraternita e Monte di San Giuseppe dell'opera di vestire nudi. La fondazione partenopea risultata vincitrice di un avviso pubblico a ottobre del 2013, deve cedere duecento loculi all'ente di piazza Crocifisso, con concessione novantanovenale, a partire dalla data di stipula del contratto.

Al momento però non sono stati forniti i marmi di chiusura delle cellette, collocate al piano terra della cappella, che contiene complessivamente 1.152 ossari, né è stato predisposto l'impianto per la fornitura di energia elettrica. Il tutto nonostante l'accordo sottoscritto tra le parti a marzo dell'anno scorso preveda l'ultimazione dell'opera e la possibilità per l'ente di modificare i loculi in ossari o urne, senza ulteriori costi a carico dei concessionari.

Una situazione di stallo, che si trascina da marzo e ha spinto gli utenti, dopo aver chiesto delucidazioni sul caso, a chiedere l'indennizzo degli importi finora corrisposti. «Il contratto sottoscritto tra il Comune e la fondazione prevede la consegna completa degli ossari - ha spiegato l'assessore con delega al cimitero Danilo Avagnano - la ditta ha chiesto la chiusura del cantiere, che non sarà possibile fino a quando i lavori non saranno ultimati. In caso contrario adiremo le vie legali».

Fonte: Il Mattino di Salerno del 9 agosto 2015

Cimitero - Loculi incompleti, fioccano le richieste di rimborso

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post