Mosca - Marcia in onore di Nemtsov, arrestato un deputato ucraino

Pubblicato il

Doveva essere una manifestazione organizzata contro la posizione russa in Ucraina, contro il presidente Vladimir Putin. Ma oggi la marcia di Mosca ha un sapore diverso. Migliaia di persone - 21mila secondo la questura, migliaia secondo altri testimoni - sono scese in piazza per ricordare Boris Nemtsov, ex vice premier e principale oppositore al governo, ucciso venerdì scorso nei pressi della piazza Rossa. La folla ha stretto cartelli con le foto di Nemtsov, con la scritta ''Quei proiettili hanno colpito tutti noi''. Altri con ''Non ho paura'' e ''Non ci sono parole''. Sul luogo dell'assassinio, sul ponte Bolshoi Moskvoretski è continuato poi il pellegrinaggio di quanti lasciano fiori e biglietti per ricordare l'oppositore del Cremlino. Mosca è blindata e il traffico è limitato. Manifestazioni simili si sono svolte in altre città russe come San Pietroburgo, Kaliningrad, Voronezh.  

Durante la marcia è stato arrestato il deputato ucraino Alexandr Goncharenko, 34 anni, è membro del gruppo parlamentare del blocco del presidente ucraino Petro Poroshenko. "Non portavo cartelli né bandiere, mi hanno preso dalla camicia", ha scritto il deputato su Facebook. Secondo fonti citate dall'agenzia di stampa Interfax, Goncharenko potrebbe essere stato fermato in relazione agli scontri avvenuti nella città ucraina Odessa il 2 maggio del 2013, quando circa 50 manifestati filorussi morirono bruciati nell'incendio alla Casa della cultura. 

Nemtsov, già vice primo ministro russo sotto l'ex presidente Boris Eltsin negli anni Novanta e in seguito politico dell'opposizione, era il copresidente del partito politico Rpr-Parnas dal 2012. Le piste seguite dagli investigatori sono cinque: dall'omicidio politico, a quella del terrorismo di stampo estremista islamico. Meno probabili e realistiche quelle del delitto per motivi personali o commerciali. Note erano anche le posizioni di Nemtsov sull'Ucraina, a favore della Maidan. Molto spazio è stato dedicato anche alla bella Anna Duritskaja, modella ucraina e sua compagna: era accanto a lui al momento dell'omicidio. La donna rimane il testimone chiave dell'omicidio e per questo le forze dell'ordine russe hanno deciso di limitarne i movimenti. "Anna è presso l'appartamento di uno dei sostenitori di Nemtsov, tenuta sotto stretta sorveglianza e non lasciata mai da sola", ha detto l'avvocato Vadim Prokhorov.

Mosca - Marcia in onore di Nemtsov, arrestato un deputato ucraino

Con tag Mondo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post