Svizzera - Valanga sul Gran San Bernardo, morti quattro italiani

Pubblicato il

Quattro scialpinisti italiani sono stati travolti e uccisi da una valanga di grosse dimensioni sul versante svizzero del Gran San Bernardo. Erano tutti professionisti, tra i 50 e i 52 anni, accomunati da una grande passione per la montagna, e molto conosciuti nel mondo accademico e scientifico. Come Gianluca Spina, presidente del Mip, la School of Management del Politecnico di Milano. O Francesca Clerici, nota neurologa dell'ospedale Sacco di Milano, esperta del morbo di Alzheimer. Le altre due vittime sono Valeria Bassi, prof. in un noto liceo classico di Milano e il marito Paolo Agugini, commercialista. Il bilancio della tragedia è diventato di quattro vittime in nottata. Le due donne e uno dei due uomini, portati in rianimazione negli ospedali del canton vallese, erano morti poco dopo il loro arrivo nelle strutture sanitarie. Per qualche ora i medici hanno fatto di tutto per salvare la vita al loro compagno. Poi hanno dovuto arrendersi.

L'incidente è avvenuto verso le 13.30. La comitiva era impegnata nella salita quando, in località La Combe des Morts, si è staccata la valanga. Il fronte della massa di neve era largo un centinaio di metri ed è sceso a valle per circa 200 metri. Immediatamente è scattato l'allarme ma le operazioni sono state rallentate dal maltempo, che ha impedito agli elicotteri di salire in quota per molti minuti: i soccorritori sono stati quindi lasciati a una quota più bassa e sono risaliti a piedi fino al luogo della slavina.


 

Svizzera - Valanga sul Gran San Bernardo, morti quattro italiani

Con tag Mondo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post