Tributi, via libera alla definizione agevolata

Pubblicato il da Roberta Salzano

Mediazione tributaria; il consiglio comunale dà il via libera alla unanimità alla definizione agevolata delle controversie pendenti. Il presidente dell'associazione Un'altra Angri, Alfonso Scoppa, striglia l'amministrazione Ferraioli.

«La maggioranza e gli assessori non hanno compreso la questione che a giugno del 2017 abbiamo evidenziato con forza. Entro il 31 agosto gli enti locali potevano stabilire di applicare la definizione agevolata ai tributi di propria competenza. Chiediamo di effettuare un interpello ordinario alla direzione regionale delle Entrate per chiedere se è possibile adottare adesso la delibera per la definizione delle liti fiscali pendenti, per evitare di perdere occasioni preziose e irripetibili per pura incompetenza». «Infatti, in caso di risposta negativa - aggiunge - i contenziosi in atto soprattutto quelli in materia di Tarsu non potranno essere sanati col pagamento della sola quota capitale».

In realtà il provvedimento con cui la giunta ha approvato la procedura di reclamo-mediazione tributaria risale al 7 novembre scorso e riguarda i tributi di competenza del Comune (Imu e Tarsu), per cartelle di importi non superiori ai 20mila euro. All'ufficio tributi l'amministrazione comunale ha affidato il compito di curare l'iter amministrativo delle pratiche mentre la responsabile del settore Entrate si occuperà di esaminare i reclami e le proposte di mediazione, che arriveranno dai contribuenti per evitare di ricorrere a professionisti esterni che graverebbero sul bilancio dell'ente e per la quantità media degli accertamenti emessi. In caso di controversia, quindi, la procedura agevolata consentirà agli utenti di pagare solo i tributi pretesi, escludendo sanzioni e interessi di mora.

Il Mattino di Salerno del 18 gennaio 2018

 

Tributi, via libera alla definizione agevolata

Con tag Geolocal

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post